menu

Keep in touch

Il Progetto

Loceri

Loceri decide di investire in modo significativo sull’arte pubblica dal 2006, dopo il primo intervento del pittore e muralista tradizionale Mauro Angiargiu, che proprio nel centro ogliastrino ha realizzato un’opera tra le più grandi in Sardegna. Nel 2015 si è tenuto il primo Loceri Art Festival, finalizzato alla realizzazione di un museo a cielo aperto. Dai primi 7 artisti, dopo 5 edizioni, si è arrivati a 30 partecipanti provenienti dalla Sardegna e dal resto d’Italia. Oltre alla sezione dedicata ai murales, il Festival prevede anche uno specifico contest di Sand Casting, in richiamo alla tecnica iniziata e sviluppata dall’artista oranese Costantino Nivola. Nonostante la vocazione per l’arte urbana sia relativamente recente, ad oggi il paese può vantare circa un centinaio di opere.

 

Foto di Silverio Monni – 2020

Dal rurale al globale

Michela Casula

Acrilici ad acqua, corda e sfere di plexiglass
2019
Via Roma

Madre terra

Mauro Patta

Pennelli, smalti all’acqua per esterni e installazione con trave di castagno e fili di lana
2019
Via Roma

Imagine the Freedom

Danilo Carta

Acrilici ad acqua e pennelli
2017
Via Roma

Loceri tra terra e mare

Paolo Laconi

Pennelli e acrilici
2018
Via Roma

Vacanze

Mauro Angiargiu

Pennelli, vernici al quarzo e acrilici
Primi anni 2000
Via Roma (giardini comunali)

Loceri

Loceri decide di investire in modo significativo sull’arte pubblica dal 2006, dopo il primo intervento del pittore e muralista tradizionale Mauro Angiargiu, che proprio nel centro ogliastrino ha realizzato un’opera tra le più grandi in Sardegna. Nel 2015 si è tenuto il primo Loceri Art Festival, finalizzato alla realizzazione di un museo a cielo aperto. Dai primi 7 artisti, dopo 5 edizioni, si è arrivati a 30 partecipanti provenienti dalla Sardegna e dal resto d’Italia. Oltre alla sezione dedicata ai murales, il Festival prevede anche uno specifico contest di Sand Casting, in richiamo alla tecnica iniziata e sviluppata dall’artista oranese Costantino Nivola. Nonostante la vocazione per l’arte urbana sia relativamente recente, ad oggi il paese può vantare circa un centinaio di opere.

 

Foto di Silverio Monni – 2020

Dal rurale al globale

Michela Casula

Acrilici ad acqua, corda e sfere di plexiglass
2019
Via Roma

Madre terra

Mauro Patta

Pennelli, smalti all’acqua per esterni e installazione con trave di castagno e fili di lana
2019
Via Roma

Imagine the Freedom

Danilo Carta

Acrilici ad acqua e pennelli
2017
Via Roma

Loceri tra terra e mare

Paolo Laconi

Pennelli e acrilici
2018
Via Roma

Vacanze

Mauro Angiargiu

Pennelli, vernici al quarzo e acrilici
Primi anni 2000
Via Roma (giardini comunali)